Obiettivi


Il nostro scopo è quello di andare sempre avanti per raggiungere obiettivi sempre maggiori:

Famiglie monogenitoriali in Alto Adige

Numeri e fatti:
Secondo l’Astat vivono in Alto Adige circa 26.000 famiglie  con un genitore solo, che sono il 14% delle famiglie con figli. Di cui sono circa 19.000 madri e 7.000 padri.

Questi numeri con il passare del tempo aumentano del 2% l`anno. I problemi maggiori dei genitori soli sono di carattere finanziario, giuridico e psicologico, senza contare che  la maggior parte dei genitori soli vive in effettiva povertà, perchè non ha la posibilità di poter lavorare a tempo pieno e anche perchè l’ex partner non eroga l`assegno di mantenimento per i propri figli.
Tutto questo significa che i bambini di questi genitori crescono in povertà e che non hanno la possibilità di vivere in serenità e di svilupparsi come i figli delle cosi dette “famiglie normali”.

La Plattform cerca con i suoi interventi nel pubblico, di far conoscere le problematiche dei genitori soli e cambiare la differenza con cui vengono trattati. Anche lei può darci il suo sostegno con un’offerta o anche diventando socio, dividendo con noi le problematiche che sono all’interno delle famiglie monogenitoriali.


Storia della Plattform

L`associazione venne fondata nel 1994 da un gruppo „Mutuo Aiuto“ di genitori soli. Lo scopo dell`associazione era di dimostrare all`opinione pubblica l`esigenza dei genitori soli nel condurre una vita con bambini. Il nome Plattform venne preso della già esistente assocciazione nell`austria con cui si aveva un buon rapporto. (Plattform für Alleinerziehende) Piattaforma per famiglie monogenitoriali- Piattoforma che racchiude nel suo interno le problematiche di genitori soli: ragazze madri, vedovi/e, seperati/e, divorziati/e e da circa 4 anni anche le famiglie allargate (Patchwork).


Fu eletto un gremio di 5 associati e la prima presidente fu Malferteiner Barbara di Bolzano. Dopo un anno dalla fondazione si trovò una piccola sede al Kolpinghaus a Bolzano dove siamo rimasti fino il 2001. Fu assunta una coordinatrice e fu elletto anche una nuova presidente: Maria Ennemoser di Tirolo (Merano) che rimase per 3 anni. Con il matrimonio della coordinatrice la Plattform ebbe parecchi problemi e si pensò anche di sciogliere l`associazione.
Tentammo di trovarne una nuova e si trovò nella persona di Gertrude Calenzani che operò per 2 anni con la sua buona espirienza per condurre questo lavoro ( È la fondatrice dellàssociazione AEB) ha fondato parecchi gruppi per noi: Sarentino, Funes, Bressanone, Merano.


Nel 1998 all' elezione del nuovo gremio fu eletta come presidente prima Dalvai Sabine di Bolzano, che non avendo garanzie per le banche,si dimise. Prese il suo posto come presidente Lanbacher Ida di Castelbello tutt`ora in carica. Al posto della coordinatrice fu assunta una segretaria parttime Plattner Anni di Barbiano che rimase fino 2007, adesso c`è Birgit  Marini di Terlano. Con la guida e l`aiuto di Gertrude apprendemmo il modo di gestire bene l`associazione. Gertrude Calenzani era la nostra delegata al Comitato Provinciale delle Pari Opportunità tra uomo e donna dal 1998 fino al 2003 e fece anche parte poi nel gremio della Plattform dal 2001 fino 2004. Al comitato delle Pari Opportunità c`era e c`è ancora adesso come sostituta  la presidente Lanbacher Ida e da 5 anni anche al Comitato della Provincia con delega effettiva (famiglie-donne-gioventù) contro la violenza sulle donne.


Dal 2001 abbiamo la nostra sede in via Posta 16 a Bolzano.
Gli associati sono aumentati e abbiamo realizzato gruppi in vari luoghi dellÀltoAdige, che ci permettono di avere più iniziative nell` ambito sociale. Offriamo consulenza legale gratuita per associati una volta al mese, conferenze e convegni su temi specifici. Dal 2005 offriamo anche la possibilità della mediazione familiare.


Tante cose sono cambiate e si può dire che oggi la nostra associazione é più ben vista nell`ambito sociale e abbiamo raggiunto degli obiettivi per il bene dei genitori soli.
Abbiamo ottenuto con la collaborazione del comitato pari opportunità della provincia  „l`assegno di mantenimento“. Prima del 2002 erano considerati genitori soli solo ragazze madri con padre sconosciuto e vedovi/e, e grazie al nostro intervento, adesso si possono considerare genitori soli: un genitore che vive con uno o più figli minorenni insieme.


Abbiamo rapporti sociali con altre associazione che si occupano delle famiglie con bambini e anche con associazioni con le stesse problematiche fuori confine.
Nel 2006 abbiamo organizzato un primo incontro al Castello di Goldrano dove c`è stata la partecipazione dell`Austria, Germania e Svizzera. Nel 2007 fu organizzato un incontro dall'associazione VAMV Germania a Berlino, con la partecipazione di noi, Austria, Svizzera, Svezia, Francia e 2 gruppi diversi della Spagna. L`intenzione era di fondare una rete Europea:
ENoS (European Network of Single-Parent-Families).
Abbiamo anche avuto un incontro con l`associazione “genitori soli” dell`Italia  che si è tenuto a Roma.